sabato 19 agosto 2017

Gli esploratori della storia: Darwin - L'origine della specie

Credits: sito Editoriale Cosmo
Un'altra segnalazione: la Editoriale Cosmo, casa editrice con sede a Bologna e specializzata nel fumetto d'avventura, a luglio ha pubblicato un interessante fumetto sulla vita di Charles Darwin, nella sua collana "Gli esploratori della storia".

Il volume si intitola appunto "Darwin - L'origine della specie" e qui riporto la sinossi presa dal sito.

Londra, 1831. Il ventiduenne Charles Darwin s'imbarca come naturalista sul veliero HMS Beagle che ha la missione di fare il giro del mondo in due anni per raccogliere dati scientifici. Di anni ce ne metteranno in realtà cinque e per il giovane Darwin sarà un'esperienza a dir poco decisiva per la creazione della sua celebre teoria sull'evoluzionismo. La biografia del grande scienziato si mescola con l'avventura, grazie anche ai disegni eccezionali di Fabio Bono.

Il volume precedente aveva come protagonista Marco Polo, mentre le prossime uscite saranno a fine agosto con Rimbaud/Magellano e a settembre con Sir Francis Burton.

domenica 13 agosto 2017

"Dr. J.H. Watson & H.P. Lovecraft", "Lovecraft & Holmes" e "Mr. Holmes e Dr. Watson"


Se amate l'età vittoriana e Sherlock Holmes, siete cresciuti a pane e fumetti e avete anche un'insana passione per il weird e le ucronìe, ecco a voi gli ebook pubblicati dalla Cagliostro E-Press, realtà editoriale indipendente, che a oggi propone dieci serie di ebook a fumetti per il download gratuito. 

Partiamo da "221B Baker Street, London 1927: Dr. J.H. Watson & H.P. Lovecraft" con la sinossi presa proprio dal sito della Cagliostro E-press:
verso la fine del 1926, H.P. Lovecraft è ricaduto di nuovo in depressione. Ha iniziato a scrivere "Il Richiamo di Cthulhu" ma non riesce a completarlo. Lord Dunsany, venuto a sapere dello stato in cui versa l’amico Lovecraft, lo invita a recarsi a Londra per mettersi nelle mani di un medico capace: il Dottor John H. Watson. Lord Dunsany si offre anche di pagare il viaggio di andata e ritorno e le cure di Lovecraft a Londra che dureranno un anno. 1 gennaio 1927: H.P. Lovecraft arriva a Londra e va ad alloggiare al 221B di Baker Street ospite del Dr. Watson. Lovecraft ripartirà da Londra per tornare a Providence il 31 dicembre del 1927. Avrà completato per allora “Il Richiamo di Cthulhu” e vissuto incredibili avventure mai raccontate insieme al Dottor Watson.

martedì 20 giugno 2017

PLaNCK! Da piccolo farò lo scienziato!


Stranamente, quasi nessuno riesce a capire l’importanza di un’idea. Talvolta però, ci riesce un ragazzino; e quando capita un ragazzino così, siamo di fronte a uno scienziato. Quando arriva l’epoca dell’università, è già tardi per acquisire lo spirito giusto. Dobbiamo quindi cercare di insegnare a cogliere il senso di queste idee ai bambini.
Richard P. Feynman - Il piacere di scoprire


sabato 17 giugno 2017

Misteri Svelati - Viaggio razionale tra i classici dell'ignoto

Avete amato alla follia la rubrica "A che punto è la notte", uscita su Query Online tra il 2015 e il 2016? Avete adorato il tono leggero e scherzoso di Sonia Ciampoli misto al rigore della ricerca del CICAP?

Ecco, ora quella rubrica che parlava di mystero - con la "y", sia come omaggio a Martin Mystère, sia per indicare fenomeni particolari che però non hanno spiegazioni al di là della razionalità - è diventata un libro dalla copertina stupenda, "Misteri Svelati - Viaggio razionale tra i classici dell'ignoto" disponibile QUI al prezzo di 9,90€.

Come spiega l'autrice, "[...] scopo originario della rubrica era quello di fare il punto su eventi più o meno celebri che nel corso degli anni erano stati indagati e debunkati, cioè risolti e spiegati in maniera razionale, ma che per qualche ragione continuavano a circolare nella versione misteriosa:

lunedì 5 giugno 2017

Mercurio Loi

Dopo aver parlato di "The Professor", oggi continuo con i fumetti a tema sherlockiano e vi presento "Mercurio Loi", Bonelli Editore, del quale è uscito da pochissimo in edicola il primo numero. In realtà, mi dicono dalla regia che non è esattamente un esordio, visto che il protagonista si era già visto sul numero 28 della collana antologica "Le Storie", ma io me lo sono persa. 
Torno quindi a parlare dell'albo n.1 che ho tra le mani: solito formato bonelliano, 94 pagine a colori, profumo inconfondibile ed ecco che il personaggio creato dalla fantasia di Alessandro Bilotta entra in scena.
E se Sherlock Holmes vivesse a Roma?, si chiede Davide Bonelli nella sua introduzione all'albo. Eh, probabilmente avrebbe le fattezze di questo gentiluomo che si aggira nella Roma papalina dei primi decenni dell'Ottocento. 

domenica 4 giugno 2017

The Professor

Spedizione in edicola. In un angolo dello scaffale, mentre cercavo un fumetto di cui parlerò in un altro post, ho scovato per caso "The Professor": vedere delle rotelle steampunk in copertina e comprarlo è stato un attimo. Purtroppo quello che ho trovato è solo il numero 4 - "Sirena" - quindi mi sono persa i primi numeri e vari pezzi della storia, ma l'impressione è stata molto positiva: belli i disegni, originale la storia, ma sono state soprattutto l'ambientazione vittoriana e l'atmosfera gotica a conquistarmi. Protagonista del fumetto tutto italiano, edito dalla Erredì Grafiche Editoriali, è il Professor Benjamin Love, che in questo numero particolare si trova a Napoli, ma che in generale vive a Londra, insegna all'università ed è appassionato di filosofia ed esoterismo.

martedì 9 maggio 2017

Recensione: "Di corsa e di carriera" ed altri racconti

Maria Antonietta Spadorcia, madre di due figli e giornalista del Tg2, la conosco da anni, non benissimo ma la conosco. E per degli strani giochi della sorte, abbiamo parecchie cose in comune: abruzzesi entrambe, ci siamo sposate e abbiamo avuto i bambini praticamente in contemporanea.
Qualche giorno fa ho visto che pubblicizzava su Facebook questo suo primo libro e già dal titolo ho intuito dove sarebbe andata a parare.
Il primo racconto "Di corsa e di carriera", completamente autobiografico, dà anche il titolo all'intera raccolta e confesso che l'ho divorato, facendoci scappare anche qualche lacrimuccia. 
Che dire? Forse la perfetta sincronia delle nostre vite mi permette di sentire nel profondo le ansie, le paure e le gioie di Maria Antonietta, che sono quelle di ogni mamma e di ogni donna che sceglie di stravolgere la propria vita e si fa in venti per riuscire a fare tutto.