martedì 31 marzo 2015

Recensione - Salute e Bugie

Sempre della casa editrice "ChiareLettere", dopo il libro di Bressanini, voglio parlare di un altro manuale, a un anno dalla sua pubblicazione: "Salute e Bugie". L'autore è Salvo Di Grazia, ma forse sarebbe meglio chiamarlo MedBunker, visto che la stragrande maggioranza delle persone lo conosce così, grazie al suo seguitissimo blog.

Salvo Di Grazia è un medico chirurgo, specializzato in ostetricia e ginecologia, lavora in un ospedale pubblico e, nel poco tempo libero rubato alla famiglia, si dedica alla divulgazione scientifica,  tiene conferenze e presenzia persino i corsi per indagatori di misteri del CICAP. Insomma, non si fa mancare nulla!

Il libro, come il blog, è uno spiraglio di luce nell'ignoranza medica che ci circonda, dove la fanno da padrone bufale, complottari e ciarlatani. MedBunker, pazientemente e dati alla mano, si mette lì a spiegare tanti aspetti poco chiari di pratiche, ahimè, fin troppo diffuse. 
Quasi 250 pagine che si leggono velocemente, o anche un po' alla volta; ogni capitoletto è a sé stante e della lunghezza giusta per gustarselo con calma.

Lo consiglio vivamente:
* a chi si è rotto le scatole delle mamme antivacciniste, che infestano le scuole urlando slogan contro le cattivissime case farmaceutiche che spargono autismo a destra e manca. Senza rendersi conto che, invece, hanno una responsabilità gravissima nei confronti dei loro figli ma, ancora più grande, nei confronti dei figli degli altri, che magari non si possono vaccinare;
* a chi crede che sia pazzia pura affidarsi all'omeopatia e considerarla una medicina alternativa e aspetta - invano - una qualsivoglia prova scientifica della sua efficacia; 
* a chi ha l'amica che ha provato l'ennesima dieta miracolosa e ne è uscita, nel migliore dei casi, solo ingrassata o, peggio, con problemi di salute; 
* a chi è vittima di estremisti alimentari e che, dopo vegani, fruttariani, crudisti e breathiani, guarda con orrore alla prossima moda alimentare che si farà avanti, magari grazie alla televisione;
* a chi pensa che ognuno possa curarsi - o farsi del male, dipende dai punti di vista - come vuole, ma non di certo col beneplacito del Servizio Sanitario Nazionale; 
* a chi crede che speculare sulla speranza dei malati, soprattutto di cancro, sia da criminali e che i santoni, che illudono le persone (con le trasmissioni televisive che danno loro credito), ma si rifiutano di fornire dati precisi alla comunità scientifica, siano degli imbroglioni da sbattere in galera; 
* a chi, in generale, è semplicemente curioso e vuole capire, ma non con i video di provenienza dubbia su youtube, ma con dimostrazioni e prove scientifiche.

Ecco, a tutte queste persone consiglio il libro di Salvo Di Grazia. Per tutte le altre, mi limiterei a introdurlo come manuale nelle scuole dell'obbligo. Perché, citando l'autore, "contro le truffe in farmacia, le cure inutili e le illusioni della medicina alternativa (...) l'unico antidoto è l'informazione".

Ps. qualche simpatica curiosità sulla genesi del libro si può trovare qui.