lunedì 30 ottobre 2017

Come nascono "Le streghe di Bayes": intervista alle autrici

Ciao a tutti!


Qualche giorno fa, vi ho parlato de "Le streghe di Bayes e altre storie", un libro di fiabe scaricabile gratuitamente dal sito dell'ISTAT, scritto per avvicinare i bambini alla statistica.
Grazie alla potenza dei social, sono riuscita a conoscere le autrici: ragazze simpaticissime, che ti trasmettono tutto l'entusiasmo per questo progetto e che hanno accettato, con estrema gentilezza, di concedermi questa intervista. 


Prima di tutto, presentatevi: chi siete e come vi siete conosciute?

Siamo cinque (Rina Camporese, Silvia Da Valle, Sara Letardi, Susanna Peddes e Susi Osti) e lavoriamo all’ISTAT, l’Istituto Nazionale di Statistica. Ci allontana la geografia perché lavoriamo negli uffici regionali di Veneto, Liguria, Toscana ed Emilia Romagna, ma ci unisce la passione per la scrittura e per la divulgazione statistica.

giovedì 19 ottobre 2017

Leggere gratis - post in continuo aggiornamento

Mi hanno fatto notare che ogni tanto pubblico segnalazioni di siti dai quali si possono scaricare gratuitamente e legalmente dei libri, ma sono tutti un po' sparsi nel blog. 



Ecco quindi un post - che sarà in continuo aggiornamento - per raccoglierli tutti in maniera più sistematica.

Ovviamente e in primis, va citato il progetto Gutenberg per i classici e i libri più famosi, ma questo lo sappiamo tutti, immagino. E segnalo subito anche Free Books di OpenCulture: l'archivio di OpenCulture, sito che consiglio a tutti di seguire perché ne vale davvero la pena, anche qui con grandi classici in lingua originale


Di seguito, invece, indicherò degli ebook più particolari, nei quali mi sono imbattuta in questi anni, divisi per categorie:

mercoledì 18 ottobre 2017

Il bottino al Cicap-Fest

A fine settembre, come tutti sicuramente saprete, si è tenuto a Cesena il XIV Convegno Nazionale del Cicap, o meglio il Cicap-Fest, visto che quest'anno la formula è cambiata, mantenendo il rigore scientifico delle relazioni, ma rendendolo più fresco e giovane, adatto ad attirare pure i non addetti ai lavori.
Anche stavolta ero nello staff, in un'abbagliante maglietta arancione, anche stavolta alle prese coi social, e non ce l'ho fatta a fare post in diretta, ma visto che questo blog parla di libri, vi racconto - con colpevole ritardo - quale è stato il mio bottino. Contate che sono arrivata con una valigia mezza vuota, ora vi dico come l'ho riempita.

martedì 17 ottobre 2017

Le Streghe di Bayes e altre storie. Fiabe statistiche per bambine e bambini curiosi

Da un post di un'amica su Facebook, ho scoperto una cosa interessante sul sito dell'Istat, quello stesso arido sito sul quale tanto ho navigato per scrivere la mia tesi di laurea (mamma mia, una vita fa ormai). 
"Le Streghe di Bayes e altre storie. Fiabe statistiche per bambine e bambini curiosi" è un ebook di 64 pagine scaricabile gratuitamente in .pdf ed .epub, che raccoglie dei brevi racconti; usando un linguaggio familiare per bambini, lo scopo è arrivare a far capire loro il difficile lessico della statistica. E non è poco, eh.
Le storie sono davvero immediate e di facile comprensione; alla fine c'è un'appendice pensata per gli adulti, in modo da aiutarli a spiegare i concetti ai bambini (in realtà è pensata per spiegare i concetti agli adulti stessi, che se chiedete a qualcuno che cosa dice il Teorema di Bayes, voglio proprio vedere che cosa risponde!)
Cito un breve passo dall'introduzione del volumetto per far capire lo spirito: "Possono due mondi apparentemente molto distanti, quello “freddo dei numeri” e quello “coinvolgente dell’immaginazione”, incontrarsi e interagire per dare vita a personaggi e racconti fantastici? Questa è la sfida che troverete ne Le streghe di Bayes e altre storie. Fiabe statistiche per bambine e bambini curiosi, lanciata dagli statistici che vogliono trasmettere alle future generazioni la loro scienza, ma soprattutto i grandi frutti che essa può offrire. Col tempo gli strumenti acquisiti si trasformeranno in binocoli con cui scrutare gli orizzonti della conoscenza e delle loro vite".
Buona lettura!

sabato 19 agosto 2017

Gli esploratori della storia: Darwin - L'origine della specie

Credits: sito Editoriale Cosmo
Un'altra segnalazione: la Editoriale Cosmo, casa editrice con sede a Bologna e specializzata nel fumetto d'avventura, a luglio ha pubblicato un interessante fumetto sulla vita di Charles Darwin, nella sua collana "Gli esploratori della storia".

Il volume si intitola appunto "Darwin - L'origine della specie" e qui riporto la sinossi presa dal sito.

Londra, 1831. Il ventiduenne Charles Darwin s'imbarca come naturalista sul veliero HMS Beagle che ha la missione di fare il giro del mondo in due anni per raccogliere dati scientifici. Di anni ce ne metteranno in realtà cinque e per il giovane Darwin sarà un'esperienza a dir poco decisiva per la creazione della sua celebre teoria sull'evoluzionismo. La biografia del grande scienziato si mescola con l'avventura, grazie anche ai disegni eccezionali di Fabio Bono.

Il volume precedente aveva come protagonista Marco Polo, mentre le prossime uscite saranno a fine agosto con Rimbaud/Magellano e a settembre con Sir Francis Burton.

domenica 13 agosto 2017

"Dr. J.H. Watson & H.P. Lovecraft", "Lovecraft & Holmes" e "Mr. Holmes e Dr. Watson"


Se amate l'età vittoriana e Sherlock Holmes, siete cresciuti a pane e fumetti e avete anche un'insana passione per il weird e le ucronìe, ecco a voi gli ebook pubblicati dalla Cagliostro E-Press, realtà editoriale indipendente, che a oggi propone dieci serie di ebook a fumetti per il download gratuito. 

Partiamo da "221B Baker Street, London 1927: Dr. J.H. Watson & H.P. Lovecraft" con la sinossi presa proprio dal sito della Cagliostro E-press:
verso la fine del 1926, H.P. Lovecraft è ricaduto di nuovo in depressione. Ha iniziato a scrivere "Il Richiamo di Cthulhu" ma non riesce a completarlo. Lord Dunsany, venuto a sapere dello stato in cui versa l’amico Lovecraft, lo invita a recarsi a Londra per mettersi nelle mani di un medico capace: il Dottor John H. Watson. Lord Dunsany si offre anche di pagare il viaggio di andata e ritorno e le cure di Lovecraft a Londra che dureranno un anno. 1 gennaio 1927: H.P. Lovecraft arriva a Londra e va ad alloggiare al 221B di Baker Street ospite del Dr. Watson. Lovecraft ripartirà da Londra per tornare a Providence il 31 dicembre del 1927. Avrà completato per allora “Il Richiamo di Cthulhu” e vissuto incredibili avventure mai raccontate insieme al Dottor Watson.

martedì 20 giugno 2017

PLaNCK! Da piccolo farò lo scienziato!


Stranamente, quasi nessuno riesce a capire l’importanza di un’idea. Talvolta però, ci riesce un ragazzino; e quando capita un ragazzino così, siamo di fronte a uno scienziato. Quando arriva l’epoca dell’università, è già tardi per acquisire lo spirito giusto. Dobbiamo quindi cercare di insegnare a cogliere il senso di queste idee ai bambini.
Richard P. Feynman - Il piacere di scoprire


sabato 17 giugno 2017

Misteri Svelati - Viaggio razionale tra i classici dell'ignoto

Avete amato alla follia la rubrica "A che punto è la notte", uscita su Query Online tra il 2015 e il 2016? Avete adorato il tono leggero e scherzoso di Sonia Ciampoli misto al rigore della ricerca del CICAP?

Ecco, ora quella rubrica che parlava di mystero - con la "y", sia come omaggio a Martin Mystère, sia per indicare fenomeni particolari che però non hanno spiegazioni al di là della razionalità - è diventata un libro dalla copertina stupenda, "Misteri Svelati - Viaggio razionale tra i classici dell'ignoto" disponibile QUI al prezzo di 9,90€.

Come spiega l'autrice, "[...] scopo originario della rubrica era quello di fare il punto su eventi più o meno celebri che nel corso degli anni erano stati indagati e debunkati, cioè risolti e spiegati in maniera razionale, ma che per qualche ragione continuavano a circolare nella versione misteriosa:

lunedì 5 giugno 2017

Mercurio Loi

Dopo aver parlato di "The Professor", oggi continuo con i fumetti a tema sherlockiano e vi presento "Mercurio Loi", Bonelli Editore, del quale è uscito da pochissimo in edicola il primo numero. In realtà, mi dicono dalla regia che non è esattamente un esordio, visto che il protagonista si era già visto sul numero 28 della collana antologica "Le Storie", ma io me lo sono persa. 
Torno quindi a parlare dell'albo n.1 che ho tra le mani: solito formato bonelliano, 94 pagine a colori, profumo inconfondibile ed ecco che il personaggio creato dalla fantasia di Alessandro Bilotta entra in scena.
E se Sherlock Holmes vivesse a Roma?, si chiede Davide Bonelli nella sua introduzione all'albo. Eh, probabilmente avrebbe le fattezze di questo gentiluomo che si aggira nella Roma papalina dei primi decenni dell'Ottocento. 

domenica 4 giugno 2017

The Professor

Spedizione in edicola. In un angolo dello scaffale, mentre cercavo un fumetto di cui parlerò in un altro post, ho scovato per caso "The Professor": vedere delle rotelle steampunk in copertina e comprarlo è stato un attimo. Purtroppo quello che ho trovato è solo il numero 4 - "Sirena" - quindi mi sono persa i primi numeri e vari pezzi della storia, ma l'impressione è stata molto positiva: belli i disegni, originale la storia, ma sono state soprattutto l'ambientazione vittoriana e l'atmosfera gotica a conquistarmi. Protagonista del fumetto tutto italiano, edito dalla Erredì Grafiche Editoriali, è il Professor Benjamin Love, che in questo numero particolare si trova a Napoli, ma che in generale vive a Londra, insegna all'università ed è appassionato di filosofia ed esoterismo.

martedì 9 maggio 2017

Recensione: "Di corsa e di carriera" ed altri racconti

Maria Antonietta Spadorcia, madre di due figli e giornalista del Tg2, la conosco da anni, non benissimo ma la conosco. E per degli strani giochi della sorte, abbiamo parecchie cose in comune: abruzzesi entrambe, ci siamo sposate e abbiamo avuto i bambini praticamente in contemporanea.
Qualche giorno fa ho visto che pubblicizzava su Facebook questo suo primo libro e già dal titolo ho intuito dove sarebbe andata a parare.
Il primo racconto "Di corsa e di carriera", completamente autobiografico, dà anche il titolo all'intera raccolta e confesso che l'ho divorato, facendoci scappare anche qualche lacrimuccia. 
Che dire? Forse la perfetta sincronia delle nostre vite mi permette di sentire nel profondo le ansie, le paure e le gioie di Maria Antonietta, che sono quelle di ogni mamma e di ogni donna che sceglie di stravolgere la propria vita e si fa in venti per riuscire a fare tutto.

lunedì 27 marzo 2017

Recensione: "Once upon a Zombie - Il colore della paura"

"She comes in colors everywhere;
She combs her hair
She's like a rainbow"

She's a Rainbow, The Rolling Stones

La copertina, bisogna ammetterlo, è spettacolare: quale madre di bambina-piccola-femmina-circondata-dalle-principesse-tutte-rosa non sarebbe affascinata dal vederle in versione zombie? (che poi, quella in copertina è Alice ma mi sembrava Cenerentola a una prima occhiata)
Ho afferrato il libro, colta da un vero e proprio raptus, e l'ho comprato al volo. 
Scritto da Billy Phillips e Jenny Nissenson, "Once upon a zombie" è un romanzo che affronta in modo originale i problemi degli adolescenti: la protagonista Caitlin è timidissima, si sente continuamente inadeguata e, come se non bastasse, soffre di attacchi di ansia da quando la madre è improvvisamente scomparsa. Eppure, è carina, intelligente e curiosa: scrive persino su un sito di fenomeni inspiegabili, unexplainablenews.com (questo me l'ha fatta stare molto simpatica, lo confesso). E proprio da quel sito, partono le prime notizie di strani fenomeni che si sono verificati nei cimiteri di Scozia, Germania, Italia e Stati Uniti, dove sono seppelliti rispettivamente J. M. Barrie (autore di Peter Pan), i
fratelli Grimm, Carlo Collodi e L. Frank Baum (autore de Il Mago di Oz). 
Da un quinto cimitero, quello inglese di Guilford, dove è sepolto C. L. Dodgson - che ha scritto Alice nel paese delle meraviglie -  comincerà invece la spaventosa, ma anche fantastica, avventura di Caitlin in un mondo popolato da tutti gli eterni protagonisti delle fiabe, diventati però zombie famelici per colpa della Regina di Cuori.

venerdì 24 marzo 2017

Recensione: I poteri della mente




"Lo spirito giusto deve essere quello di una grande curiosità temperata da un sano spirito critico, come quello di chi costantemente si pone nuove domande e interrogativi e cerca risposte basate sui fatti. Perché, come diceva Bertrand Russell, ciò di cui c’è bisogno non è la volontà di credere, bensì il desiderio di scoprire."


Dal 24 marzo (sì, proprio il giorno in cui nacque Houdini), potete trovare insieme a Focus e Focus Storia il nuovo libro di Massimo Polidoro "I poteri della mente - Realtà o illusione".
Ho avuto la fortuna di leggerlo in anteprima il mese scorso ed è una vera e propria indagine storica e scientifica sui fenomeni paranormali. 
Come mai questo argomento, non è un po' "fuori moda"?
«So che sembrerà strano» risponde lo stesso Polidoro «ma è dal 2000 che non scrivevo un libro interamente dedicato ai "fenomeni paranormali": ho pensato fosse necessario farlo quando mi sono accorto che una nuova generazione di appassionati poco o nulla sapeva circa questo tema così affascinante ma così pieno di trabocchetti».

mercoledì 22 marzo 2017

Segnalazione: Dossier Hamer in uscita il 28 marzo

Esce il 28 marzo, per Mondadori, "Dossier Hamer", di Ilario D'Amato.

Come antipasto, eccovi la sinossi del libro.

1978, isola di Cavallo: il giovane Dirk Hamer viene colpito da una fucilata mentre dorme su uno yacht. Morirà quasi quattro mesi dopo, al termine di una lenta, dolorosa agonia fra le braccia del padre, il medico tedesco Ryke Geerd Hamer.

Poco dopo la scomparsa del figlio, entrambi i genitori del ragazzo si ammalano di cancro. Operato, il padre sopravvive. Non così la moglie Sigrid che, curata dal marito secondo la Nuova Medicina Germanica da lui stesso inventata in quegli anni, muore: è la prima di una lunga scia di morti che le teorie dell’ex medico – oggi radiato dall’Ordine – si lasceranno dietro in Europa e oltreoceano. Hamer non ha dubbi: la causa dei tumori sono conflitti e traumi che innescano una naturale reazione di difesa del corpo. Basta risolverli per guarire da qualsiasi malattia, senza seguire i protocolli scientifici. Anzi, la «malattia» in sé non esiste proprio: è un preciso «Programma Speciale, Biologico e Sensato» sviluppato dalla natura per rimediare a un evento traumatico. E lo sviluppo di un tumore è il segno positivo del risanamento in corso. Nel caso del cancro, a uccidere i pazienti sono semmai chemioterapia, chirurgia, morfina, cioè gli interventi messi in atto dalla «medicina ufficiale», che li utilizza benché colpevolmente consapevole della loro assoluta inutilità, anzi della loro nocività.
Dossier Hamer ripercorre la vita dell’ex medico tedesco e quella, tragica, di alcuni malati che hanno seguito le sue teorie, morti fra atroci dolori eppure convinti di essere sulla via della guarigione. È il caso di Ellen Pegoraro che, scoperto di avere un tumore al seno e, insieme, di essere incinta, decide di affidarsi a un medico hameriano le cui teorie la conducono presto alla morte; di Marina Lallo, uccisa da un neo che non aveva voluto farsi asportare; di Eleonora Bottaro, scomparsa a 18 anni per un linfoma dichiarato guaribile.

sabato 4 febbraio 2017

L'arte di realizzare l'impossibile

Premessa: io odio tutte le cavolate motivazionali, le frasi fatte, la PNL, il team building e la formazione aziendale in cui arriva il tizio che pretende di gasarti in due ore, risolverti la vita e convincerti a camminare sui carboni ardenti perche sì, tu CE-LA-PUOI-FARE!
Quello che ho fatto quando mi è capitata una simile indimenticabile esperienza, ormai più di 10 anni fa, è stato rimanere immobile e in silenzio per tutta la "lezione" e poi rifiutarmi di fare la camminata sui carboni perché no, non dimostra un bel niente, non solo ce la faccio io ma ce la possono fare tutti: basta applicare un semplice principio fisico (Cfr la voce "Pirobazia" dell'enciclopedia CICAP).
È quindi con un po' di scetticismo, ma anche curiosità che mi sono avvicinata a questo libro dal titolo un po' pretenzioso "L'arte di realizzare l'impossibile".

venerdì 27 gennaio 2017

Segnalazione: è uscito "Le Fiamme della Fenice"

Vi ricordate "Le Fiamme della Fenice" e la polemica che
si scatenò l'anno scorso? In breve, come raccontavo in questo post, il romanzo post apocalittico del giovane scrittore Francesco Giordano aveva scatenato le ire delle frange più estreme del movimento animalista per la sua trama ed era stata addirittura aperta una petizione su Change.org per boicottarne la pubblicazione.

E, invece, l'autore mi ha contattata proprio oggi e mi ha detto che ce l'ha fatta: il romanzo è pubblicato e acquistabile su Amazon, sia nella versione cartacea che in ebook.
In bocca al lupo Francesco per questa avventura!

lunedì 23 gennaio 2017

Segnalazione: "L'arte di realizzare l'impossibile" in libreria il 24 gennaio

"Il pensiero illusionistico consiste nel trovare soluzioni là dove la gente vede ostacoli impossibili da superare" (Da un'intervista su La Stampa, 09/03/2015)

Essere, fra le altre cose, anche l'admin della pagina "Magia" ha come diretta conseguenza il fatto di conoscere persone interessanti ed eclettiche, e Walter Rolfo è sicuramente una di queste.
Illusionista, presentatore, autore televisivo ed esperto di motivazione, esce il 24 gennaio in tutte le librerie con il suo ultimo libro, "L'arte di realizzare l'impossibile".


Ho il piacere e l'onore di essere tra le cento persone - "Ambasciatori di impossibile" - che hanno ricevuto il libro in anteprima e presto ne scriverò in maniera più approfondita.

Per ora, vi segnalo l'uscita e vi lascio con questo suo TEDx .